accompagnamento alla nascita, Senza categoria

GIORNO 123: BATTESIMO DEL FUOCO

L’altro giorno sono andata alla prima lezione del corso preparto individuale con l’ostetrica. Non avevo idea di cosa avremmo fatto ma nella mia testa da giurista avevo immaginato una prima lezione molto teorica, così, per rompere il ghiaccio…tipo “introduzione all’espulsione del nano 1”.

Sono quindi rimasta un po’ sorpresa quando mi ha detto che mi avrebbe visitata. Vabbè, ho pensato, sarà una visita ginecologica che si fa al primo incontro!

Non mi sarei mai aspettata quello che è venuto dopo. Forse avrei potuto intuirlo quando ho visto in sala d’attesa tutti quei volantini sulla rieducazione del pavimento pelvico o forse quando lei ha dichiarato “io sto in fissa col perineo” ma non ero pronta a sottopormi ad un’analisi così ravvicinata della mia sfera più intima.

Sono passata da non aver la minima cognizione di cosa sia un pavimento pelvico a dover dar prova delle sue abilità davanti agli occhi attenti di una sconosciuta. Non che non mi sia mai capitato di veder qualcuno esplorare la mia intimità (del resto Leo non l’abbiamo fatto giocando a Monopoli) però cavolo, qualcuno poteva anche avvertirmi che l’ostetrica avrebbe perlustrato il mio apparato genitale già al primo appuntamento!

Dopo una serie di momenti very imbarazzanti, abbiamo fatto alcuni esercizi combinati di respirazione con il diaframma e ginnastica del pavimento pelvico che – mi hanno confermato alcune amiche che hanno partorito di recente – mi saranno molto utili in sede di parto.

C’è da dire che all’ennesimo esercizio di “apertura” non ho potuto fare a meno di far presente che a seguito dell’apertura ci deve essere anche una chiusura (vorremo evitare il famoso effetto “salame in galleria”). L’ostetrica mi ha rassicurata, dicendomi che dopo l’apertura del parto, lavoreremmo anche sulla chiusura.

La seduta si è conclusa con il mio ennesimo sbrodolo di domande che andavano dal “posso mangiare la carbonara” al “ma siamo sicuri che posso far la ceretta? non è che rischio di espellere prematuramente il nano in uno spasmo di dolore?!”.

Tutto regolare insomma!

1 pensiero su “GIORNO 123: BATTESIMO DEL FUOCO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...