Mamme e viaggi

NANO ON THE ROAD: IN VIAGGIO PER CENTRO E SUD ITALIA CON UN BIMBO

Quando ho “pianificato” il nostro primo viaggio a 3 sognavo di guadare fiumi, arrampicarmi sugli alberi, volare da una parte all’altra di una vallata… Proseguendo nelle nostre tappe ho dovuto scontrarmi con la realtà: ho un bagaglio di 10 kg per 76 cm che faccio fatica a portar su per le scale (e abito al primo piano), figurati su per un monte!

Sulla base di questa esperienza, ho deciso di creare una classifica dei luoghi nani-friendly assegnando un punteggio da 1 👶🏼 a 5 👶🏼 ai posti che visito!

UMBRIA

La Scarzuola, la città ideale di Tomaso Buzzi

Posto magico, mistico-esoterico nato dal genio dell’architetto Tomaso Buzzi che alle spalle di un convento francescano del 1218 ha pensato bene di costruire la sua città ideale. Il luogo è surreale quasi quanto la visita guidata, tenuta dal nipote di Buzzi.

👶🏼👶🏼👶🏼 – La Scarzuola è friendly per i nani, ma non per tutti gli altri umani! Difatti, il posto è difficilmente accessibile, sia perché l’unico modo per raggiungerlo è una strada molto stretta di ghiaia e sterrato in mezzo al bosco, sia perché la proprietà apre ai curiosi per un’unica visita guidata al giorno.

Prezzo della visita: 10 euro a persona

Consigli pratici:

La visita di regola è alle 11, arrivate puntuali perché rischiate di rimanere chiusi fuori e dover rimandare al giorno dopo!

Evitate di andarci in camper perché, anche se di piccole dimensioni, rischiate seriamente o di rimanere incastrati o di cadere in un fosso. Ideale se siete alla ricerca di esperienze a forte contenuto adrenalinico in Umbria 😅altrimenti prendere la navetta, trovate le info sul sito de La Scarzuola.

Per prenotazioni: info@lascarzuola.com

• Narni

Narni, il borgo che ha ispirato Le Cronache di Narnia, ti fa fare davvero un tuffo nel passato.

👶🏼 👶🏼 1/2 – Centro della città ben collegato con ascensori dal parcheggio ai piedi della città. Tuttavia dove l’ascensore non arriva qualche porcone qua e là ti vien da tirarlo.

Purtroppo le Gole del Fiume Nera lì vicine, che sarebbero stupende da vedere, sono raggiungibili solo in bici dopo diversi km. Nano friendly quanto il Babbo al terzo gin tonic a stomaco vuoto.

Dove dormire

Monti del Sole Camping. Per raggiungerlo non usate il navigatore che vi darà la strada più veloce ma più impervia, bensì le indicazioni stradali.

LAZIO

• Civita di Bagnoregio, la città che muore

Sospeso su una rupe tufacea nel mezzo della Valle dei Calanchi, il borgo di Civita di Bagnoregio è di una bellezza mozzafiato, e non solo perchè per raggiungerlo bisogna attraversare un ponte abbastanza ripido!

A causa dell’erosione che subisce dagli agenti atmosferici il borgo è tristemente destinato a sparire, da qui “la città che muore”. Un vero peccato sia per i suoi 11 abitanti che per tutti noi.

Diversamente dal nome che gli hanno dato, il borgo è molto vivo ed è pieno di ristorantini e locali.

1/2 👶🏼- Considerato che il ponte per arrivarci ha la stessa pendenza della Spinale Direttissima di Madonna di Campiglio, consiglio di fare un po’ di braccia prima di partire 😂

Prezzo di ingresso al borgo: 5 euro a persona

Consigli pratici:

Per i camperisti, a Lubriano troverete un’area camper dove parte una navetta dal costo di 10 euro per andata e ritorno da Civita.

• Celleno borgo fantasma

Borgo abbandonato all’inizio degli anni 60 per ordine delle autorità a causa della fragilità del tufo su cui si erge, Celleno, dopo la morte del suo ultimo e noto abitante, l’artista Enrico Castellani, è ufficialmente un borgo senza anime, fatta eccezione per i fantasmi che lo abitano!

👶🏼👶🏼👶🏼👶🏼 – Celleno super nano-friendly, esperienze paranormali a parte!

Ingresso gratuito

Consigli pratici:

Chiedete al custode di raccontarvi della storia del borgo e degli studi sulle attività paranormali che sono stati fatti di recente…da brrrrividiiiii!

Dove dormire

Noi abbiamo fatto base al Lago di Bolsena al Blu International Camping. Il camping affaccia sul lago, è ben riparato dal sole e abbiamo trovato fresco. Dentro al camping ci sono un ristorante e un market. Feedback positivo!

• Parco dei mostri (Bomarzo)

Il Sacro Bosco o Parco dei Mostri è un luogo incantato in cui incontrare animali giganteschi, eroi classici, sirene, divinità e case pendenti.

👶🏼1/2 – Senz’altro ideale per i bimbi un po’ più grandi, il parco risulta meno piacevole per i genitori di bimbi piccoli. Si vede che Vicino Orsini aveva chi portava a spasso i figli Marzio e Corradino, se no ci avrebbe pensato 2 volte a far costruire tutti quei gradini!

La fretta di andare in campeggio ci ha impedito di visitare il borgo di Bomarzo che deve essere una vera chicca. Consiglio caldamente di ritagliarsi un po’ di tempo per visitarlo!

Dove dormire

Consiglio il Camping Natura sul Lago di Vico, a 500 m a piedi dal lago e ricco di attività come arrampicata o tiro con l’arco. Molto piacevole perché immenso nella Riserva naturale.

ABRUZZO

• Costa dei Trabocchi

Ci siamo stati pochi giorni ma ci è piaciuta molto per la sua autenticità e la pace che abbiamo trovato, lontano dai posti turistici super affollati.

👶🏼👶🏼👶🏼1/2 – Anche se le spiagge sono per lo più di ciottoli, sono abbastanza comode e facilmente raggiungibili. Mi sbilancio ma Ripari di Giobbe, Ortona e Vasto mi hanno fatto credere che forse noi genitori non siamo destinati solo a soffrire.

Consigli pratici:

Se vuoi cenare in un trabocco prenota con largo anticipo, anche due/tre settimane prima

Dove dormire

Ripari di Giobbe Camping, il mio preferito per ora. Dico solo: piazzola vista mare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...